YOUng è diventato il primo social paper al mondo! Iscriviti e scopri tutte le sue nuove funzionalità

Iscriviti adesso a YOUng.

Clicca qui!

oppure

Iscriviti con

- più tardi / sono già YOUnger -

Accedi a YOUng per usare questa funzione.

Sei già un YOUnger?

oppure

Accedi con Facebook

Devi ancora iscriverti?

Clicca qui!
ParcelScout - Confronta Corrieri
Caricamento in corso...
Cover photo
Davide Di Lorenzo
Davide Di Lorenzo
8 0
Contattami
Scozia: i quattro “guai” dell’indipendenza. Per fortuna hanno vinto i NO

Cosa scrivo

Scozia: i quattro “guai” dell’indipendenza. Per fortuna hanno vinto i NO

Social Score0 shares
Napoli: musica e parole per raccontare Partenope (VIDEO)

Cosa leggo

Napoli: musica e parole per raccontare Partenope (VIDEO)

Social Score0 shares
Mi stanno seguendo... (8 YOUngers)
Enrica Antona Marcello Masini Antonio Nadia Girardi Imma Melissano Carlo Charlie Bertone Gianfra Barbuti Armando Santoro Valentina Scillieri
Sto seguendo...
Mathew Myladoor Laura Elisa Rosato Martina Strazzeri Veronica Valli Germano Milite Maria Melania Barone Chiara Amendola Aurora Scudieri

"Chi è codesto figuro che riempie di virtuali grafie le bianche pagine del digital registro?"...chiederebbe un virtuoso delle socratiche virtù. "Ma chi è questo che scrive su 'sto blog?"...gli farebbe eco con le medesime questioni colui il cui vocabolario non fu di pagine ma di strida dialettali. Rispondendo a tutti e in tutti i modi mi presento umilmente come Davide Di Lorenzo, alias DDL: un blogger pretenzioso, spigoloso, tecnocrate di figure retoriche e punteggiature, figlio prodigo di Partenope, Seneca e DeLillo; del mondo del primo come del secondo inquisitore. Parlerò di tutto e di niente, potrei dire seccamente, ma, forse, saranno il tutto e il niente a parlare di se stessi tirando le corde tese sulle mie falangi come fossi, nel loro teatrino, il cantastorie: vestito di raso rosso o della iuta avanzata da marionette ormai troppo usurate per la scena, dal volto incerato o lercio di sudore e fuliggine, con le parole di Eduardo come di un qualsiasi sconosciuto; cercherò di dare voce ai miei pensieri o, più semplicemente, di tradurre le litanie in storie, riflessioni ed analisi sempre nuove, che condividerò con voi.