Kendall, la cheerleader texana che uccide gli animali in Africa

Pubblicato il 1 luglio 2014

La cheerleader cacciatriceLa sua pagina Facebook ha superato i 26mila iscritti. Lei è Kendall Jones, una cheerleader texana di 19 anni, nonché aspirante star televisiva. Una bella ragazza come tante con ambizioni nel mondo dello spettacolo? Non proprio.
A Kendall piace cacciare gli animali, ma soprattutto scattarsi fotografie con le sue prede, una volta uccise. Con i suoi trofei di caccia, conquistati in Africa.
Gli scatti che ritraggono la cheerleader cacciatrice hanno indignato il popolo di Facebook. E’ stata avviata una petizione per chiedere la rimozione della pagina della ragazza “che uccide gli animali per divertimento”.
E’ da quando aveva 13 anni che la Jones fa safari in Africa. Non si contano i commenti di indignazione sulla sua pagina Facebook, popolata da scatti che immortalano la sua attività di cacciatrice, come quello che riportiamo: “Sei una feccia assoluta. Spero che un bellissimo animale africano si prenda la sua rivincita un giorno su di te per tutte le bellissime anime a cui hai sparato”.
La ragazza si è difesa impugnando uno studio pubblicato nel 2007 sul National Geographic, secondo cui “il trofeo di caccia può svolgere un ruolo essenziale nella conservazione della fauna africana”. Nei 23 Paesi africani che consentono la caccia sportiva, sono 18.500 i turisti che pagano oltre 200 milioni di dollari ogni anno per cacciare leoni, leopardi, elefanti, facoceri, bufali, impala e rinoceronti. Le operazioni di caccia private in questi Paesi, stando allo studio, controllano oltre 540mila miglia quadrate di terreno: il 22% in più di quanto protetto dai parchi nazionali. La cheerleader si definisce una persona che agisce per la protezione e la conservazione dell’ambiente e della fauna selvatica.
La petizione sta crescendo, incassando consensi su consensi. “Questa pagina è disgustosa” scrivono i promotori, sottolineando che Facebook non consente a una donna di pubblicare fotografie mentre allatta il suo bambino al seno, ma permette la pubblicazione di “feccia come questa”.

0
  • Giancarlo Attena, Napoli

    Bastarda! E come ride! La vorrei vedere con un fucile puntato contro, quella sua faccia di cazzo che faccia di cazzo farebbe. Dove si firma la petizione?

  • gianluca

    è una assassina,una persona narcisista,stupida,ignorante e cattiva,magari l’hanno cresciuta cosi i suoi genitori,per molti idioti uccidere è uno sport divertente,bisogna essere coraggiosi ad uccidere un animale con un fucile!
    Non sono contro la caccia ma sono contro la caccia come sport,inoltre uccidere un animale in via di estinzione a mio avviso è un reato che deve essere punito.
    Come si fa a godere nell’uccidere degli animali cosi belli? I safari sono fantastici ma con la telecamera o la macchina fotografica per celebrare la vita non la morte, nessuno ha diritto di togliere la vita stupidamente ad un essere vivente.
    In ogni caso credo che chi si comporta male,un giorno o l’altro la pagherà molto cara!