Amazon parte alla conquista della televisione con Fire TV

Pubblicato il 4 aprile 2014

amazonDopo mesi di “rumori”, Amazon ha finalmente ufficializzato il suo investimento in ambito televisivo. Si chiama Fire TV, e costerà 99 dollari, una tariffa molto concorrenziale. Disponibile da oggi negli Stati Uniti, ancora nessuna campagna comunicativa internazionale è stata presentata. Che resti una esclusiva Usa?

Con Fire TV, Amazon inizia quindi la dura concorrenza contro Apple TV, venduta allo stesso prezzo, e altre realtà simili quali Roku. Anche Google è sul mercato, con Chromecast e, secondo alcune indiscrezioni, il big dei motori di ricerca potrebbe presentare un prodotto ancora più forte nei prossimi mesi.

“Gli apparecchi connessi alle televisioni faranno emergere una nuova piattaforma e creeranno nuove opportunità”, spiega Brian Blau, analista di Gartner, che giustifica così questo interesse dei pezzi grossi dell’high tech. La televisione, infatti, presenta un ambito ancora non sfruttato al 100%.

Fire TV offre l’accesso a servizi di streaming di video Amazon, ora accessibile con Prime per il quale recentemente ha aumentato il prezzo, permette anche di ascoltare musica e di risuonare i pezzi con le parole sullo schermo, stile Karaoke. La piattaforma inoltre si apre a realtà esterne quali Netflix, Hulu, YouTube, Pandora o WatchESPN. Mentre il servizio HBO Go è ancora assente.

L’apparecchio può essere anche usato per videogiochi, investendo solo 40 dollari in più per il joystick. Nel mese di febbraio Amazon ha inoltre acquistato la Double Helix Games, piccolo studio di sviluppo di giochi con sede in California, quale migliore opportunità per lanciarlo?

Una strategia vincente? Forse soprattutto per vendere i propri prodotti, come film, musica ed app, e, presto, le proprie serie televisive. In totale si parla di un investimento da 1 miliardo di euro nel 2013 con lo scopo di arricchire al massimo la propria offerta e proporre una novità di mercato.

 

0