Michigan, giudice invalida divieto a nozze omosessuali

Pubblicato il 23 marzo 2014

gayUn divieto inammissibile. Questa la decisione di un giudice americano che ha invalidato il divieto al matrimonio tra persone dello stesso sesso nello Stato del Michigan, nel nord degli Stati Uniti, stimando che nessun elemento “credibile” permette di affermare che le coppie eterosessuali siano genitori migliori di quelle omosessuali.

Alcuni Stati americani, infatti, avevano ripreso in mano la Costituzione per includervi dentro il divieto al matrimonio gay anche se in effetti questo riscuote sempre maggiore sostegno nella opinione pubblica americana.

Tutto, nel Michigan, è partito da una coppia di donne che si erano rivolte ad un tribunale perché affermavano di sentirsi danneggiate dato che questo divieto al matrimonio omosessuale impediva loro di adottare un figlio. In seguito ad un referendum del 2004, infatti, il 59% degli elettori dello Stato ha scelto che le nozze si possono svolgere solo tra un uomo ed una donna.

Il giudice Bernard Friedman ha invece deciso di abbattere l’idea che i figli cresciuti da coppie di sesso uguale “se la cavano meno bene” di quelli che diventano grandi con una mamma ed un papà. Secondo questo, infatti, il divieto alle nozze gay è non solo anticostituzionale, ma mette anche in pericolo “l’equilibrio dei bambini”.

Il ministro repubblicano della giustizia del Michigan, Bill Schuette, ha immediatamente presentato appello contro questa decisione che, se non verrà annullata dalla Corte superiore, permetterà la ripresa delle nozze omosessuali in Michigan già dalle prossime settimane.

In Virginia, Utah, Oklahoma, Ohio, Kentucky e Texas dei giudici federali hanno preso decisioni molto simili in favore dei matrimoni tra persone dello stesso sesso. Queste prese di posizione seguono quella della Corte suprema americana che, in giugno, aveva concluso che le coppie dello stesso sesso avevano gli stessi diritti di quelle eterosessuali.

 

 

 

0
PER APPROFONDIRE Tags , , , ,